McDonald’s sconsiglia i suoi prodotti ai dipendenti

MANGIARE HAMBURGER, PATATINE FRITTE E COCA COLA FA MALE ALLA SALUTE

mcdonald's-prodotti-dannosi

Parola di McDonald’s. Il fast food più famoso del mondo avrebbe consigliato ai propri dipendenti di tenersi alla larga dai cibi poco salutari prodotti dalla stessa catena. E lo avrebbe fatto su un sito web, McResource Line, dedicato e aperto solo ai suoi dipendenti.

Inutile, però, provare a cliccare sulla pagina web perchè da poche ore non esiste più. La catena avrebbe deciso di eliminarla perchè quei consigli “fastidiosi” avrebbero iniziato a circolare troppo nella rete. A non essere più visibili sono i numerosi articoli contro il cibo spazzatura, responsabile di malattie cardiache, pressione alta e diabete. E soprattutto non è più visualizzabile il divieto, dato agli stessi dipendenti, di non mangiare prodotti firmati Mc Donald’s.

Il fast food è veloce, poco costoso e un ‘alternativa veloce alla cucina casalinga, ma l’eccesso di calorie, i grassi saturi, lo zucchero e il sale contenuti in questi prodotti possono portare all’obesità,

si leggeva sul sito.

Ma perchè la catena avrebbe deciso di oscurare la pagina web? Sul sito ufficiale di McDonald’s si legge in una nota:

Abbiamo offerto il McResource program per dare una mano ai nostri dipendenti sia dal punto di vista lavorativo sia dal punto di vista dello stile di vita e i consigli sono stati offerti da esperti indipendenti. Ma una combinazione di fattori ci ha portato a oscurare il sito. Tra link irrilevanti e informazioni datate, alcuni elementi sono stati travisati e portati fuori contesto, generando giudizi e commenti inopportuni.

Fonte: Huffington Post U.S.

Articolo casuale

San Martino del Carso - Ungaretti

San Martino del Carso - Ungaretti

San Martino del Carso, Ungaretti San Martino del Carso di Ungaretti, una delle più famose poesie d ...

Articolo casuale

Fukushima, a rischio evacuazione l’intero emisfero Nord della Terra

Fukushima, a rischio evacuazione l’intero emisfero Nord della Terra

Sta facendo il giro del mondo una notizia, trascurata dalla maggior parte dei media internazionali, ...

Lasciaci un commento

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.