Rimborso ritardo aereo: a chi rivolgersi?




Rimborso ritardo aereo, negato imbarco, volo cancellato.

I disservizi aerei appena citati rientrano, per legge, tra i casi in cui ai passeggeri spetta un congruo rimborso (o risarcimento che dir si voglia) che la Compagnia Aerea deve corrispondere al malcapitato passeggero/viaggiatore/turista.

Il rimborso per ritardo aereo è solo una delle casistiche più conosciute, ma in realtà esistono casi non meno frequenti nei quali è possibile, anzi è lecito, chiedere, far valere ed esercitare il proprio diritto ad un rimborso nei confronti della compagnia aerea.

Qui di seguito riportiamo i casi in cui si ha diritto al rimborso:

  • Ritardo del volo aereo di oltre 3 ore
  • Cancellazione del volo
  • Spostamento del volo
  • Negato imbarco (noto anche come overbooking)
  • Perdita coincidenza del volo
  • Bagaglio smarrito
  • Bagaglio manomesso
  • Bagaglio consegnato in ritardo
  • Rimborso tasse aeroportuali
  • Modifiche al pacchetto di viaggio
  • Vacanza rovinata

Il “giochino” delle compagnie sui disservizi aerei

Alcune Compagnie aeree approfittano del fatto che molti passeggeri non sono a conoscenza delle normative europee che tutelano gli interessi dei viaggiatori.  E’ bene tenere a mente che le suddette compagnie sono S.p.a. il cui scopo è:

maggior profitto, minori perdite“.

Non sono rari i casi in cui, a seguito di semplici lamentele, una Compagnia aerea non abbia riconosciuto il diritto di rimborso al passeggero che ne avesse fatto richiesta, approfittando del fatto che quest’ultimo, ingenuamente, non avesse chiesto assistenza ad un legale competente in diritto del turismo e dei trasporti.

Il Regolamento CE 261/2004 tutela i passeggeri

Il Regolamento CE 261/2004 è la legge che tutela i diritti dei passeggeri. Si fa presente che, come da articolo uscito su La Stampa:

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha stabilito che i passeggeri dei voli che hanno subito un ritardo di almeno tre ore sono equiparati a quelli il cui volo è stato cancellato e vantano gli stessi diritti al risarcimento.

Il Regolamento CE è una normativa europea, quindi si applica solamente nel territorio dell’Unione Europea: in altre parole, l’Aeroporto di destinazione o di partenza dev’essere necessariamente europeo.

Assistenza legale Gratuita per tutti i disservizi aerei

In ultimo, ma non meno importante, vi è la questione sull’assistenza legale gratuita: in seguito al suddetto Regolamento CE 261/2004, sono nate, sia nel territorio italiano sia più in generale in quello europeo, agenzie specializzate in materia di Diritto del Turismo e Diritto dei Trasporti.

Perchè Assistenza gratuita? Il loro onorario, così come il risarcimento al passeggero, verrà pagato per legge dalla Compagnia aerea che ha arrecato il disservizio. Pertanto non chiedono anticipi nè costi nè spese “nascoste“.

Vi riportiamo qui in basso i link di due Agenzie che offrono, rispettivamente, il loro servizio gratuito per Roma Aeroporto Fiumicino e Roma Aeroporto Ciampino, e Catania Aeroporto Fontanarossa:

Se ti è piaciuto l’articolo, ti chiedo di condividerlo sui Social. Grazie 🙂




Articolo casuale

"Non uscire mai con una ragazza che viaggia": il post che impazza nel web

"Non uscire mai con una ragazza che viaggia": il post che impazza nel web

Un articolo che è diventato virale, tradotto ormai in venti lingue, scritto originariamente da Adi, ...

Articolo casuale

Miley Cyrus "canta" con la vagina, l'ennesima trovata kitsch

Miley Cyrus "canta" con la vagina, l'ennesima trovata kitsch

Miley Cyrus sembra pensarle tutte per far parlare di sé: l’ultima trovata? Far cantare la vagina ...

Lasciaci un commento