Configurare il modem di vari gestori adsl

Immaginare un mondo senza internet è – al giorno d’oggi – quasi impensabile. L’oceano di opportunità che la rete ci fornisce ogni giorno, restando comodamente seduti di fronte al nostro pc è incalcolabile. Siti di informazione, social network, blog, forum, canali in streaming e chi più ne ha più ne metta. Per come si è evoluta la nostra società esiste soltanto un aggettivo che possa definire la rete in maniera esauriente: indispensabile.

A ben guardare però, specialmente nel sud Italia, possedere una connessione Adsl non è così scontato come sembra. Il numero di utenti web è in costante crescita, e le connessioni veloci stanno pian pian dilagando. Anche laddove, fino a qualche anno fa, la percentuale di internauti sfiorava a malapena il 20%. Tuttavia i nuovi utenti non sempre hanno le sufficienti conoscenze informatiche per poter configurare il loro router Adsl; sebbene la maggior parte dei modem includa un percorso guidato per facilitarne la messa a punto, non sempre tutto procede come da copione.

In questa piccola guida vi forniremo le informazioni necessarie per procedere all’installazione del vostro router e configurare il modem, senza incontrare nessun tipo di problema. Innanzitutto occorre specificare che non è affatto necessario acquistare un modem marchiato dalla stessa compagnia che fornisce il servizio di rete. Infatti è possibile acquistare un modem standard – a patto che questo non provenga da una specifica compagnia telefonica, come ad esempio Telecom, Libero, Fastweb ecc. – scegliendo tra vari modelli che garantiscono una potenza di segnale di raggio maggiore o inferiore a seconda delle necessità.

  1. Una volta acquistato il router, bisogna accedere all’interfaccia per poter inserire i parametri di connessione corretti ed iniziare a navigare. Talvolta le stesse compagnie forniscono un CD-Rom di installazione, ma nel caso in cui non disponiate di questo supporto occorre fare quanto segue. Accendete il vostro PC e collegatelo al modem tramite un cavo ethernet, quindi aprite il vostro browser di navigazione ed inserite il vostro indirizzo IP nell’apposita barra degli indirizzi. Eventualmente vi sarà richiesto un nome utente ed una password: nel caso in cui non possediate questi dati ecco una pratica lista di quelle predefinite relative ai produttori più diffusi in commercio.

Gestore

Indirizzo IP

Nome Utente

Password

Alice

192.168.1.1

Asus

192.168.1.1

admin

admin

Atlantis Land

192.168.1.254

admin

atlantis

Belkin

192.168.2.1

Buffalo

192.168.11.1

root

Digicom

192.168.1.254

admin

D-Link

192.168.1.1

admin

admin

Fritz!

192.168.178.1

Linksys

192.168.1.1

admin

admin

Netgear

192.168.0.1

admin

password

Nilox

192.168.1.1

Admin

Admin

Sitecom

192.168.0.1

admin

admin

TP-Link

192.168.1.1

admin

admin

Zyxel

192.168.1.1

1234

3Com

192.168.1.1

admin

*Quando i campi sono vuoti significa che il gestore non richiede l’inserimento del dato corrispondente.

  1. Dopo aver effettuato l’accesso all’interfaccia del modem è sufficiente entrare nella sezione di Setup o Configurazione ed aggiungere i parametri relativi al proprio gestore, evitando la procedura di rilevamento automatico selezionabile tra le opzioni. Di seguito vi proponiamo i valori ufficiali relativi alle cinque principali compagnie presenti sul territorio nazionale. Ovviamente nel caso in cui non si riuscisse comunque a procedere correttamente con l’installazione potrebbe essere necessario chiamare il numero di assistenza. Supponiamo di dover configurare il nostro router per usufruire del servizio fornito da Teletu, ma di incontrare delle difficoltà e di esser costretti a cercare il recapito telefonico. In questi casi è possibile rivolgersi a siti internet trovanumeri come questo e trovare il numero verde di Teletu in pochi e semplici click.

  2. In ultima istanza è necessario abilitare il DHCP – che nella maggior parte dei casi viene attivato di default – e successivamente impostare tutti i sistemi operativi connessi con la stessa rete internet, di modo che gli indirizzi IP vengano assegnati in automatico e in modo dinamico. A questo punto la configurazione dovrebbe essere terminata. Buona navigazione!

Ecco la tabella con i dati necessari.

Alice

Infostrada

Teletu

Tiscali

Fastweb

VPI

8

8

8

8

8

VCI

35

35

35

35

36

Incapsulamento

LLC oppure VCMUX/ NULL

LLC oppure VCMUX/ NULL

LLC oppure VCMUX/ NULL

VCMUX/ NULL

LLC

Protocollo

PPPoE oppure PPPoA

PPPoE oppure PPPoA

PPPoE oppure PPPoA

PPPoA

RFC 1483 Bridged

Modulazione

Multimode

Multimode

Multimode

Multimode

Multimode o Auto

Nome Utente

aliceadsl

benvenuto

Fornita dal gestore

Fornita dal gestore

Password

aliceadsl

ospite

Fornita dal gestore

Fornita dal gestore

Note

DNS automatici;

DNS automatici;

DNS automatici; protocollo di autenticazione PAP o CHAP;

DNS automatici;

DNS automatici;

*Quando i campi sono vuoti significa che il gestore non richiede l’inserimento del dato corrispondente.

Autore: Francesco Valente, e-writer freelance, esperto in Progettazione Web e Seo

Articolo casuale

Il cielo d'aprile ci regala 2 eclissi e le stelle cadenti

Il cielo d'aprile ci regala 2 eclissi e le stelle cadenti

Doppia eclissi, di luna e di sole, in questo mese di aprile. La prima sarà totale, la spettacolare ...

Articolo casuale

Lavoro: giovani all'estero, ecco il rapporto ISTAT

Lavoro: giovani all'estero, ecco il rapporto ISTAT

Su molti siti di notizie sul lavoro è stato pubblicato proprio in questi giorni il rapporto ISTAT s ...

Lasciaci un commento

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.